Superstizioni e credenze

Su Meramia Gdr non è semplice elencare tuttle superstizione, i detti e le credenze, diffuse tra i vari continenti. Di seguito elencheremo le più note, inserendone di nuove man mano che la storia va avanti.

  • Esperanza
    • Si dice che i Deriin siano portatori di malasorte
  • Victoria
    • Se la sera si vede un rospo sul davanzale della finestra, quando il cielo è sereno, significa che qualcuno morirà
    • Quando si pranza insieme in locanda, non bisogna mai ordinare tutti la stessa pietanza perché porta sfortuna
    • Detto: “Uno straniero è un visitatore, due stranieri sono ospiti, tre stranieri sono nemici”
    • Detto di Granturk: “Non c’è frumento che non sia sporco di sudore”
    • Espressioni: Essere bella come Larflinel (parlando di una donna)
    • Espressioni: Essere più duro del Bastione di Burman (riferito alla resistenza fisica o, più comunemente, alla testardaggine)
    • Espressioni: Essere affidabile come un Fangariano (abitante di Belfangar, riferito a qualcuno molto affidabile)
    • Espressioni: Essere chiaro come le acque del lago Nereo (riferito a qualcuno losco o che sembra nascondere qualcosa)
  • Barrachella
    • Chi bacia una vedova prima che sia passata una stagione dal suo lutto è maledetto e non avrà vita lunga
  • Pendosio
    • Accarezzare la barba di un nano porta fortuna (se non ti uccide il nano)
  • Acromo
    • Detto: “Pane e ferro fanno l’uomo”
  • Ellenusel
    • Detto: “Non svegliare il gigante che dorme”
  • Glacia
  • Gorbof
    • Nessuno, di coloro che hanno navigato verso Gorbof, è mai tornato
  • Mormorosa
  • Rotom
  • Araskrem
  • Moribucus
    • Si dice che se una scheggia di legno di Ghul-Nut (che cresce solo in queste terre) penetra sotto la pelle, essa risalga fino a raggiungere il cuore del suo ospiti e ivi ponga le sue radici. Gli sfortunati a cui capita tale sorte, entro un giorno, diverranno a loro volta un nuovo albero di Ghul-Nut.
Facebook