Nani

Su Meramia Gdr, i Nani sono simili, esteticamente, agli Eriin.
Sono più bassi e tozzi, hanno grossi nasi e lunghe barbe. La loro pelle è dura come cuoio.
Hanno modi burberi, sono avidi e piuttosto testardi. Esiste anche un modo di dire: “Cocciuto come un Nano” che sottolinea la loro testardaggine. Sono altresì leali, sinceri e protettivi nei confronti dei loro simili e di coloro che considerano amici.
I Nani fanno gruppo solo con persone di cui si fidano e, in quel caso, si mostrano altruisti e amichevoli.
I Nani vivono in insediamenti, più o meno grandi, sotto le pendici delle montagne dov’è possibile estrarre e lavorare minerali rari. Abituati alle ombre dei cuniculi hanno una vista che gli permette una parziale visione notturna e tutti i sensi molto sviluppati. Tale caratteristica gli consente di muoversi e orientarsi in quei labirinti, anche nella più totale oscurità.
Amano mangiare e bere nei momenti di tranquillità ma sono assidui e instancabili lavoratori. Sembrano non risentire della fatica e sono in grado di lavorare anche in condizioni estreme.
Sono determinati fino all’ostinazione e non sono tipi da lasciare qualcosa fatto a metà (‘a meno che non si tratti di uno sporco Elfo, puah’).
Non professano alcuna fede e, forse proprio per questo, si dice che i Nani non abbiano paura di nulla.
Non si tirano indietro quando c’è da menar le mani e, in caso di battaglia, prediligono il combattimento ravvicinato con armi ad impatto. Indossano armature pesanti, forgiate da se o da loro simili, che garantiscono una grande protezione.
Non amano cavalcare ne navigare. Sono pessimi nuotatori e, a causa delle loro dimensioni, poco pratici nella corsa (‘ma dov’è il problema? I Nani non fuggono di fronte a nessuno!’).
Non mostrano alcuna forma di razzismo o pregiudizio, semplicemente una naturale simpatia per i loro simili.
Gli insediamenti naneschi non sono molti e sono distribuiti su tutta Meramia. Solitamente si estendono per tutta l’area montagnosa sotto cui si trovano (quindi anche per chilometri). La durata media di vita dei Nani è di 450 anni.
I nani sono gli unici conoscitori dell’antica arte runica che gli permette di animare i loro costrutti creando enormi golem guardiani.
La leggenda narra che sotto il suolo di Meramia, da qualche parte, sia custodito l’esercito di golem, il più imponente esercito mai creato, forgiato nel vulcano con i materiali più resistenti. Un esercito costituito da immortali statue di guerrieri agli ordini del re dei Nani.

Nani della terra e Nani oscuri hanno le medesime caratteristiche, l’unica reale distinzione sta nell’allineamento. I Nani della terra sono neutrali e quasi indifferenti a ciò che avviene nel resto di Meramia (a meno che ciò non li ‘colpisca’ direttamente o indirettamente). I Nani oscuri hanno un allineamento malvagio e si intromettono nelle questioni politiche di Meramia per trarne vantaggio. I primi sono del tutto indipendenti, estraggono le risorse di cui hanno bisogno, le lavorano e le utilizzano in battaglia. I secondi, pur rimanendo bravi artigiani e pericolosi guerrieri, demandano la noiosa fase di estrazione a creature che sottomettono e rendono schiave.

Meno comuni ma non meno pericolosi, sono i Nani erranti, tipicamente druidi o ranger che vagano per le terre di Meramia e non amano sostare troppo a lungo in un luogo. La loro abilità di artigiani è meno affinata di quella dei loro fratelli che trascorrono la vita a costruire oggetti. Di contro, essi hanno acquisito conoscenze ed esperienze differenti che li rendono imprevedibili.

Facebook