Terre della dimenticanza

Le terre della dimenticanza sono degli acquitrigni situati nella zona centrale, nell’estremo Est di Victoria.

Storia
Le terre della dimenticanza sono da sempre un luogo pericoloso, da attraversare solo se costretti.

Stato attuale
Le terre della dimenticanza sono degli acquitrigni che si estendono per molti chilometri. L’aria è malsana, in alcuni punti le emissioni di gas del terreno possono, se inalate, causare allucinazioni. Cadere in una pozza può essere fatale se non si hanno i riflessi pronti e una discreta abilità da nuotatore. Le creature che abitano questi luoghi sono per lo più rettili di piccole dimensioni e anfibi, che non si avvicinano agli avventurieri se non in casi eccezionali o spinti da fame estrema. In condizioni normali non costituiscono un grosso pericolo ma potrebbero divenirlo se, ad esempio, vedono qualcuno caduto in una pozza, in difficoltà. In quel caso, anche dei piccoli caimani, potrebbero costituire un grosso problema.
Il vero pericolo delle terre della dimenticanza tuttavia, non sono ne i rettili ne le pozze, ne i gas tossici; Il vero pericolo di quei luoghi è costituito dalla conformazione del luogo stesso. Gli acquitrigni si susseguono in maniera monotona per molti chilometri, le pozze, i piccoli arbusti umidi e i viottoli pieni di fango. Orientarsi è estremamente difficile, anche perché una corte di gas ricopre l’aria rendendo difficile osservare attentamente il cielo. Il vero pericolo quindi è costituito dal labirinto naturale che si crea: sentieri tutti uguali e pochissimi punti di riferimento. Non a caso quei luoghi hanno assunto quel nome. La dimenticanza è ciò che avviene a chi, poco preparato ed equipaggiato, si imbarca nella rischiosa missione di attraversarli. Alcuni raccontano di aver conosciuto persone che ne erano uscite dopo anni, completamente cambiate e dimentiche della loro vita precedente.

Livello di Pericolosità
– Pericolosità Alto –

Facebook