Isifil

Isifil si estende per tutta l’area Est alla base di Monte Magma, fino alle Grotte Nere.

Storia
Gli esseri iguanoformi hanno creato l’insediamento lungo la via che da Telia conduce a Quadria, quando ancora Telia non era altro che un allegro villaggio e, da allora, nessuno è più riuscito a farli andare via.

Stato attuale
Isifil è un termine che, nel dialetto degli esseri rettiloformi significa “terra calda” o “casa”. L’insediamento degli esseri iguanoformi si estende per una vasta area. Essi vivono in case scavate nella terra vicino la superficie, in prossimità di dossi o piccole colline. Le costruizioni in legno sono meno comuni ma è possibile vederne lungo la strada, rialzate e coperte dalle fronde degli alberi, come postazioni di vedetta. Gli iguanoformi sono un popolo poco socievole, durante le stagioni fredde restano rintanati nelle loro case, lasciando la via praticabile mentre nelle stagioni calde, non di rado attaccano i viaggiatori depredandoli, fin anche a ucciderli. Ufficialmente esiste un accordo diplomatico stipulato con Telia e Quadria per il pedaggio di quelle terre ma, puntualmente, gli esseri iguanoformi violano l’accordo, adducendo come motivazione il fatto che loro non possono distinguere chi proviene dalle città dagli abusivi. Ad onor del vero questo non è mai successo quando ad attraversare quelle terre sono state delle milizie con tanto di stemma araldico cittadino. Rimane un mistero da svelare se gli esseri iguanoformi siano sinceri o semplicemente non abbiano mai attaccato le milizie per paura dello scontro armato. La società degli esseri iguanoformi a Isifil è piuttosto semplice: fanno squadra contro gli stranieri che entrano nella loro terra ma, per il resto, ognuno bada a se e alla propria casa. Quando si crea una diatriba è il più forte a decidere.

Livello di Pericolosità
– Pericolosità Media –

Razze
Esseri iguanoformi 100%

Lingue
Dialetto rettiloformi 75%
Lingua di via 25%

Facebook